Una epidemia di Ebola in Guinea Conakry ed in Sierra Leone. La Morte Nera in Africa Occidentale

Virus EbolaA sud della Guinea Conakry, al confine con la Sierra Leone, dall’inizio di Febbraio sono comparsi i primi casi di una febbre emorragica che si è diffusa velocemente sul territorio. Oltre 80 i casi segnalati con una mortalità che sfiora il 90%. Dopo circa un mese il virus Ebola è stato identificato, con i test di laboratorio come la causa della prima epidemia di febbre emorragica che si registri in un paese dell’Africa Occidentale.

Il Virus Ebola è tristemente noto per gravi epidemie scoppiate nelle foreste dell’Africa Centrale, in Uganda, Sud Sudan, Congo. Il virus non si era mai diffuso oltre le aree descritte.

Afferma il Dr Armand Sprecher  di Medici Senza Frontiere in Guinea:

"Abbiamo ottenuto i primi risultati da Lione ieri, venerdì 21 marzo, che ci ha informati della presenza del virus Ebola come la causa di questa epidemia di febbri emorragiche."

La notizia è stata confermata ed ufficializzata da un funzionario del ministero della salute dr. Sakoba Keita che ha affermato che si stanno mettendo in campo tutte le forze più velocemente possibili, per contenere questa epidemia.

La malattia si presenta improvvisamente con diarrea e vomito, malessere generale e poi emorragie sia interne, con ematemesi e perdita diffusa di sangue, ed esterne con ecchimosi e macchie di sangue cutanee. Non c'è cura conosciuta o vaccinazione preventiva per il virus che si dimostra anche altamente contagioso.

Il contagio avviene tramite contatto personale con le persone che sono infette ed il virus uccide tra il 25 % e il 90 % dei malati.

"Questa epidemia di febbre di Ebola che infuria in Guinea meridionale dal 9 febbraio 2014 ha lasciato sul terreno almeno 59 morti su 80 pazienti individuati e isolati dai nostri servizi sanitari sul territorio”  afferma il dr. Dr Armand Sprecher, epidemiologo ed infettivologo, consulente di MSF. “ tutti i pazienti identificati dalla equipe medica di MSF, con la malattia emorragica in atto, erano stati in contatto tra di loro, o avevano frequentato gli stessi ambienti e lo stesso villaggio. Stiamo combattendo contro questa epidemia con tutti i mezzi possibili che abbiamo a nostra disposizione, con l'aiuto dei nostri partner della Guinea ed internazionali. ma la situazione è molto difficile."

Adesso l’attenzione è sulla delimitazione del focolaio e sull’isolamento dei nuovi casi, ma la impresa si dimostra molto difficile. E’ delle ultime ore la notizia che l’epidemia si sta diffondendo in Sierra Leone, nei territori di confine con la Guinea. Aree dove i controlli di igiene sono impossibili e dove il controllo sanitario è assente.

Si ha notizia di svariate decine di casi con sintomi simili a quelli comparsi in Guinea, che si sono manifestati in alcuni villaggi nelle foreste lungo il confine. Rappresentanti del Ministero della Sanità della Sierra Leone indagano per confermare la presenza della malattia sul territorio e per determinare se l'epidemia di febbre da Ebola ha veramente attraversato il confine.

Trovi interessante questa pagina? Condividila su Facebook!

Planisfero e Schede paese

Aggiornamento in tempo reale della situazione sanitaria dei paesi del mondo. Schede Paese e Alert sanitari

Scopri i dettagli »

Scarica l'app TravelClinic

Porta la Travel Clinic CESMET sempre con te. L’applicazione che ti informa nei tuoi viaggi nel mondo.

Scopri i dettagli »

La TH Card

Assistenza medica 24/h in ogni parte del Mondo in costante collegamento con la tua Travel Clinic di fiducia.

Scopri i dettagli »

Prenota un appuntamento

Per prenotare una visita, prendere un appuntamento per una vaccinazione, informazioni sui servizi.

Scopri i dettagli »