Un caso di Dengue in Grecia occidentale (dubbio per West Nile Virus)

6 settembre 2012 - La dengue, una malattia ritenuta finora presente esclusivamente nei Paesi tropicali, è comparsa in modo autoctono anche in un Paese occidentale. Avrebbe infatti determinato il decesso in un Ospedale di Patrasso, di un uomo di 80 anni originario del villaggio occidentale di Agrinio in Grecia. Sono in corso test di conferma dell’effettiva validità clinica di questa diagnosi di dengue , in quanto è stata segnalata su siero del paziente la contemporanea presenza sia di anticorpi anti dengue che di anticorpi anti West N]]ile Virus. Sono in corso inoltre esami di sangue per verificare se membri della sua famiglia o abitanti dei villaggi viciniori hanno anche essi tale malattia.

La dengue è determinata da un flavivirus in genere trasmesso in primo luogo da Aedes aegypti, zanzara non segnalata in Europa, ma trasmesso anche da Aedes Albopictus, comunemente chiamata zanzara tigre asiatica, presente in Europa, ed anche in Italia, da diversi anni ormai, che ha però un’efficienza di trasmissione molto inferiore rispetto alla prima. La presenza della zanzara non si limitata al bacino del Mediterraneo, ma è stata riscontata anche in Europa del Nord fino in Germania, Belgio e Olanda. La zanzara tigre asiatica è anche considerato uno dei vettori, il principale è Culex Pipiens, del virus del Nilo occidentale (West Nile Virus), una forma caratterizzata da interessamento del sistema nervoso centrale (meningite ed encefalite), della quale sono stati riportati diversi casi in Grecia questa estate, e che appunto è l’altra malattia sospettata nel caso in oggetto. In contemporanea, in Grecia, è partita anche l’indagine entomologica per rintracciare i vettori e isolare il virus dagli insetti.

"Si tratta di una malattia che non abbiamo visto per molti decenni", ha detto il dottor Sotirios Tsiodras del Centro greco per il controllo delle malattie e la prevenzione. Nel 2010 sono stati segnalati alcuni casi di dengue sia in Croazia che in Francia.

Commento

Occorre avere i risultati definitivi, e non è un caso segnalato che può creare un focolaio epidemico. Il Mediterraneo è ancora un ambiente dove le patplogie caratteristiche di ambiente tropicale non hanno ancora attecchito. In ogni caso vale sempre la vecchia raccomandazione per chi viaggia, proteggersi da punture di insetti ed in particolare di zanzare sia diurne che notturne, secondo i suggerimenti del MET, pubblicati in altra area del sito. La valutazione del rischio per questa malattia segnalata per coloro che passano nell’area di Patrasso è praticamente inesistente. Attendiamo ulteriori sviluppi.

Fonti

BBC News Europe
Le Figaro

Trovi interessante questa pagina? Condividila su Facebook!

Planisfero e Schede paese

Aggiornamento in tempo reale della situazione sanitaria dei paesi del mondo. Schede Paese e Alert sanitari

Scopri i dettagli »

Scarica l'app TravelClinic

Porta la Travel Clinic CESMET sempre con te. L’applicazione che ti informa nei tuoi viaggi nel mondo.

Scopri i dettagli »

La TH Card

Assistenza medica 24/h in ogni parte del Mondo in costante collegamento con la tua Travel Clinic di fiducia.

Scopri i dettagli »

Prenota un appuntamento

Per prenotare una visita, prendere un appuntamento per una vaccinazione, informazioni sui servizi.

Scopri i dettagli »