Spento definitivamente il focolaio di Dengue a Madeira?

17 gennaio 2013 - Una recente epidemia di dengue a Madeira - già segnalata sul nostro sito - ha provocato 2050 casi di dengue nella Regione Autonoma di Madeira (dati raccolti al 9 dicembre 2012). Durante l'epidemia in corso, 121 persone sono state ricoverate in ospedale, ma né decessi né casi di dengue grave sono stati notificati.

Tutti i casi segnalati si riferiscono alla popolazione residente sull'isola. Tuttavia, ad un certo numero di turisti in visita è stata diagnosticata un’infezione da dengue dopo aver sviluppato i sintomi solamente al ritorno nei loro Paesi d'origine. Nel Regno Unito sono stati segnalati 20 casi, in Germania 14, in Francia 3 casi, 4 in Finlandia, mentre in Croazia, Danimarca, Norvegia e Slovenia, Spagna, Svezia e Svizzera si sono registrati un caso in ciascuno. Inoltre ain 10 casi è stata diagnosticata l’infezione da dengue dopo il ritorno in Portogallo.
(Fonte: http://www.hpa.org.uk - http://www.ecdc.europa.eu)

Questo inatteso focolaio ha scatenato la stampa nella pubblicazione di una raffica di articoli e relazioni. Secondo il Centro europeo per la prevenzione e controllo delle malattie (ECDC), in Europa non c’era mai stata una trasmissione così intensa di febbre dengue dal 1920.

La dengue è determinata da un flavivirus in genere trasmesso da una zanzara, Aedes aegypti , segnalata negli Stati meridionali degli USA, ma non in Europa. Può essere trasmessa anche da Aedes albopictus, comunemente chiamata “zanzara tigre asiatica”, presente in forze in Europa da diversi anni ormai, con un’efficienza di trasmissione però considerata molto inferiore rispetto alla prima. Probabilmente questa minore efficacia come vettore risiede in alcune differenze ecologiche e comportamentali tra le due zanzare, più che in quelle più precipuamente entomologiche.

La presenza dell’insetto non è limitata al bacino del Mediterraneo, ma è stata riscontata anche in Europa del Nord fino in Germania, Belgio e Olanda.
(Fonte: http://www.eurosurveillance.org)

La sperimentazione di un vaccino tetravalente per la dengue  appare oggi  a buon punto. In attesa di dati definitivi, che depongano per un effettivo, attestato ritorno della dengue nel bacino del Mediterraneo, la raccomandazione per i viaggiatori in qualsiasi area considerata a rischio (attualmente considerate tali sono essenzialmente: le Americhe, con spiccata attenzione per la regione Caraibica; il Sud Est Asiatico e l’Africa sub-Sahariana), è comunque di proteggersi da punture zanzare diurne e notturne.

Trovi interessante questa pagina? Condividila su Facebook!

Planisfero e Schede paese

Aggiornamento in tempo reale della situazione sanitaria dei paesi del mondo. Schede Paese e Alert sanitari

Scopri i dettagli »

Scarica l'app TravelClinic

Porta la Travel Clinic CESMET sempre con te. L’applicazione che ti informa nei tuoi viaggi nel mondo.

Scopri i dettagli »

La TH Card

Assistenza medica 24/h in ogni parte del Mondo in costante collegamento con la tua Travel Clinic di fiducia.

Scopri i dettagli »

Prenota un appuntamento

Per prenotare una visita, prendere un appuntamento per una vaccinazione, informazioni sui servizi.

Scopri i dettagli »