21 gennaio 2011 - Nuove prospettive nella cura all’ebola

L’Ebola è il virus responsabile di febbri emorragiche fatali nel 90% dei casi. Per ora non c’è né cura né vaccino, ma qualcosa si potrebbe presto muovere

Il virologo Lijun Rong ha sviluppato un virus chimerico con l’involucro proteico del virus Ebola, sul quale sono state poi testate circa 230 molecole anti-virali. Il test, condotto presso l’Università dell’Illinois, ha evidenziato come due di queste si siano mostrate estremamente capaci d'inibire l'ingresso del virus nelle cellule legandosi alle proteine che lo rivestono. In particolare una di queste si e' mostrata altamente specifica per il virus Ebola ma anche, successivamente, per il Marburg, altro virus responsabile di febbri emorragiche. "E' stata una piacevole sorpresa scoprire questa doppia capacita'", hanno spiegato gli autori, "che conferma come i due virus abbiano lo stesso meccanismo d'ingresso nelle cellule. Il prossimo passo sara' testare la molecola su modelli animali per scoprire se ha la stessa efficacia".

Trovi interessante questa pagina? Condividila su Facebook!

Planisfero e Schede paese

Aggiornamento in tempo reale della situazione sanitaria dei paesi del mondo. Schede Paese e Alert sanitari

Scopri i dettagli »

Scarica l'app TravelClinic

Porta la Travel Clinic CESMET sempre con te. L’applicazione che ti informa nei tuoi viaggi nel mondo.

Scopri i dettagli »

La TH Card

Assistenza medica 24/h in ogni parte del Mondo in costante collegamento con la tua Travel Clinic di fiducia.

Scopri i dettagli »

Prenota un appuntamento

Per prenotare una visita, prendere un appuntamento per una vaccinazione, informazioni sui servizi.

Scopri i dettagli »