Meningite nelle comunità gay di New York

6 dicembre 2012 - A San Francisco (USA) dirigenti della sanità hanno invitato la comunità gay a vaccinarsi contro la meningite, se qualche rappresentante stia programmando di recarsi a New York City, dove è stato segnalato un focolaio di casi della forma batterica della malattia.

I Dirigenti hanno diffuso questa raccomandazione una settimana dopo che i loro omologhi di New York avevano  rilasciato una dichiarazione analoga per esortare tutti gli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini a vaccinarsi, indipendentemente dal fatto di avere l'HIV. Tale consiglio va rivolto specialmente a coloro che vivono in alcuni quartieri di Brooklyn, dove il Dipartimento di Salute e Igiene Mentale di New York City ha individuato delle zone maggiormente a rischio: Bedford-Stuyvesant, Brownsville, Bushwick, Clinton Hill, Crown Heights, Brooklyn Downtown, Dumbo, East New York, Prospect Heights e Williamsburg.

Lo scorso anno, 12 casi di malattia meningococcica, una grave infezione batterica che colpisce le meningi che circondano il midollo spinale e il cervello, erano stati identificati nei gay di New York. Tre uomini sono stati diagnosticati lì nelle ultime sei settimane. Vengono pertanto considerati a rischio tutti coloro che hanno praticato sesso tra maschi dall’1 settembre in poi.

Fonte

http://www.sfgate.com
http://blogs.villagevoice.com

http://www.nyc.gov

Commento

I casi avvenuti a New York non sono in alcun modo correlati alla forma di meningite fungina diffusa da una farmacia di compounding del Massachusetts nella pregressa estate.

La malattia meningococcica si trasmette attraverso il contatto con la saliva, il muco o altri liquidi biologici provenienti dal naso o dalla bocca di qualcuno che è portatore, magari apparentemente sano, della malattia. In genere tale contatto si verifica attraverso i baci, l'attività sessuale, la condivisione di sigarette o utensili, o più semplicemente in corso di convivenza nella medesima abitazione. I sintomi iniziali comprendono febbre alta, mal di testa, rigidità ai movimenti del collo ed eruzioni cutanee.

La maggior parte degli adulti possono divenire protetti dalla malattia attraverso una singola iniezione del vaccino contro la meningite, ma alcune persone, comprese quelle portatrici di HIV, possono aver bisogno di una seconda iniezione a due mesi di distanza. I CDC ritengono che il vaccino sia efficace per l'80-90 per cento.

Rischio biologico

Verificare con medici esperti se le condizioni del proprio viaggio rendono raccomandabile la vaccinazione.

 

Trovi interessante questa pagina? Condividila su Facebook!

Planisfero e Schede paese

Aggiornamento in tempo reale della situazione sanitaria dei paesi del mondo. Schede Paese e Alert sanitari

Scopri i dettagli »

Scarica l'app TravelClinic

Porta la Travel Clinic CESMET sempre con te. L’applicazione che ti informa nei tuoi viaggi nel mondo.

Scopri i dettagli »

La TH Card

Assistenza medica 24/h in ogni parte del Mondo in costante collegamento con la tua Travel Clinic di fiducia.

Scopri i dettagli »

Prenota un appuntamento

Per prenotare una visita, prendere un appuntamento per una vaccinazione, informazioni sui servizi.

Scopri i dettagli »