In Italia allarme encefalite trasmessa da zecche

4 Luglio 2016 - E’ allarme zecche in Italia dopo che nella provincia di Belluno sono state ricoverate sette persone.
La Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali (Simit) mette in guardia sui pericoli dei morsi che, nella maggior parte dei casi, non si avvertono, e possono avere conseguenze gravi come la paralisi e raramente anche la morte. La meningoencefalite da zecche è una malattia virale del sistema nervoso centrale che viene diagnosticata tardi proprio perché il morso non viene percepito.
Il tempo di incubazione è variabile e l'andamento dei sintomi vede un esordio simile all'influenza seguito da un periodo di stasi della durata di 7-10 giorni, per poi sfociare nella malattia vera e propria.
Da 12 anni a questa parte la provincia di Belluno ha visto il maggior numero di casi di encefalite da zecche rispetto ad altre province italiane; dal 1994 ad oggi sono stati segnalati 194 i casi. Questa malattia si può prevenire con il vaccino che è gratuito per i membri del soccorso alpino, la protezione civile, ecc. Dal punto di vista epidemiologico, l’encefalite da morso di zecca è endemica in molti paesi dell'Europa centrale e orientale, tra cui l'Italia e nel Nord Africa .
 
Fonte: ProMEDMail

Trovi interessante questa pagina? Condividila su Facebook!

Planisfero e Schede paese

Aggiornamento in tempo reale della situazione sanitaria dei paesi del mondo. Schede Paese e Alert sanitari

Scopri i dettagli »

Scarica l'app TravelClinic

Porta la Travel Clinic CESMET sempre con te. L’applicazione che ti informa nei tuoi viaggi nel mondo.

Scopri i dettagli »

La TH Card

Assistenza medica 24/h in ogni parte del Mondo in costante collegamento con la tua Travel Clinic di fiducia.

Scopri i dettagli »

Prenota un appuntamento

Per prenotare una visita, prendere un appuntamento per una vaccinazione, informazioni sui servizi.

Scopri i dettagli »