Il vaccino MMR ( Morbillo, Parotite, Rosolia)

Presso la Travel Clinic CESMET Point si effettuano servizi clinici, diagnosi di laboratorio, consulenze e vaccinazioni per i viaggiatori. Puoi richiedere una consulenza prima del viaggio personalizzata anche online.

Il vaccino MMR ( Morbillo, Parotite, Rosolia)

Categoria farmacoterapeutica
 Vaccino del morbillo, della parotite e della rosolia (vivo).
La composizione del vaccino prevede : Virus del morbillo1 ceppo Enders Edmonston,vivo, attenuato(non meno di 1x103 DICC50) Virus della parotite1 ceppo Jeryl Lynn™ ,vivo, attenuatom (non meno di 12,5x103 DICC50), Virus della rosolia2 ceppo Wistar RA 27/3, vivo, attenuato (non meno di 1x103 DICC50).
Prodotto su cellule embrionali di pollo e  su fibroblasti di polmone diploidi umani WI-38.
Il vaccino può contenere tracce di albumina umana ricombinante (rHA) e   tracce di neomicina.

MMR VAXPRO è indicato per la vaccinazione simultanea contro morbillo, parotite e rosolia in soggetti a partire dai 12 mesi di età.
MMR VAXPRO può essere somministrato a lattanti a partire dai 9 mesi di età in circostanze speciali.
Per l’impiego in caso di focolai di morbillo, o per la vaccinazione in post-esposizione, o, per l’impiego in soggetti di età superiore ai 9 mesi precedentemente non vaccinati che sono in contatto con donne in stato di gravidanza suscettibili, e per persone possibilmente suscettibili all’infezione da parotite e rosolia

LE MALATTIE
Morbillo, Parotite e Rosolia sono  malattie esantematiche che generalmente causano una tipica eruzione cutanea (detta esantema o rash); questo "sfogo cutaneo" si accompagna a una serie di altre manifestazioni, quali per esempio: febbre, stato di malessere e perdita di appetito.
Le malattie esantematiche possono comportare svariate complicazioni, alcune delle quali anche particolarmente gravi e permanenti.
Il morbillo è una malattia infettiva causata da un virus del genere morbillivirus (famiglia dei Paramixovidae). È una malattia molto contagiosa che colpisce spesso i bambini tra 1 e 3 anni, per cui viene detta infantile, come la rosolia, la varicella, la pertosse e la parotite. Si trasmette solo nell’uomo. I malati vengono isolati nel periodo di contagio. Nel 2000, su un totale di 1,7 milioni di morti infantili nel mondo, causate da malattie prevenibili con la vaccinazione, circa il 46% era attribuibile al morbillo, una malattia apparentemente banale che può causare numerose complicanze, anche serie, come l‟encefalite e la panencefalite sclerosante subacuta, fino a condurre al decesso. Le complicazioni sono relativamente rare, ma il morbillo è pur sempre responsabile di un numero compreso tra le 30 e le 100 morti ogni 100.000 persone colpite. Le complicazioni sono dovute principalmente a superinfezioni batteriche: otite media, laringite, diarrea, polmonite o encefaliti (infiammazioni del cervello). Si riscontrano più spesso nei neonati, nei bambini malnutriti o nelle persone immunocompromesse.
Di solito la diagnosi si fa solo per osservazione clinica. Eventualmente si possono ricercare nel siero degli anticorpi specifici diretti contro il virus del morbillo, dopo 3 o 4 giorni dall’eruzione.

La rosolia è una malattia infettiva causata da un virus del genere rubivirus, della famiglia dei Togaviridae. Esternamente, si manifesta con un’eruzione cutanea simile a quelle del morbillo o della scarlattina. La rosolia è solitamente una patologia benigna che presenta raramente complicanze (per lo più artralgie e artriti transitorie). Diventa pericolosa, invece, durante la gravidanza soprattutto se la madre contrae la malattia nel primo trimestre: più precoce è l’infezione maggiore è il rischio di danno embrio-fetale. La rosolia in questi casi può essere responsabile di serie conseguenze nel prodotto del concepimento, quali aborto spontaneo, morte intrauterina del feto, gravi malformazioni fetali e, nel bambino, ritardo di acquisizione delle tappe dello sviluppo.

La parotite è una malattia infettiva causata da un virus appartenente al gruppo dei Paramyxovirus, il cui segno più evidente è la tumefazione delle ghiandole salivari. In particolare l’ingrossamento delle ghiandole parotidi, poste sotto i padiglioni auricolari, dietro l’angolo della mandibola, conferisce al viso il caratteristico aspetto da cui il nome popolare di “orecchioni”. Nei bambini la malattia si risolve in pochi giorni nella maggior parte dei casi. Tra le complicazioni descritte vi sono encefaliti (0,02-0,3%), meningiti (0,5-15%), pancreatite (4%) e danni all’udito. Nei bambini, in 5 casi ogni 100.000 di malattia, la parotite causa perdita dell’udito: questa infezione rappresenta infatti la principale causa di sordità neurosensoriale infantile acquisita. L’encefalite porta raramente alla morte, ma si possono avere conseguenze permanenti come paralisi, epilessia, paralisi dei nervi facciali, stenosi acqueduttale e idrocefalia. Negli adulti le complicanze sono più frequenti. Nel 20-30% dei maschi dopo la pubertà si ha l’insorgenza dell’orchite, una malattia infiammatoria molto dolorosa, caratterizzata dal gonfiore di uno o di entrambi i testicoli. Questa, sebbene raramente, può risolversi in un’atrofia testicolare con conseguente sterilità. L’ooforite e la mastite sono relativamente rare e in genere non hanno conseguenze durature. Il contagio durante le prime 12 settimane di gravidanza è associato a un’alta percentuale di aborti spontanei (25%), ma non comporta il rischio di malformazioni del feto.

Rischi correlati alle malattie infettive prevenibili con vaccinazione

MORBILLO                      
Otite media  7-9%
Polmonite 1-6%
Diarrea  6%
Encefalite 0.05-1% (di questi,15% muore e 25% ha sequele cerebrali permanenti)
Panencefalite subacute sclerosante (SSPE)                                        0,001%
Letalità 0,01 - 0,1%
PAROTITE                                                    
Meningite asettica 10%
Pancreatite 4%
Encefalite  0,06 0,3%
Sordità (unilaterale sensoriale) 0,007%
orchite nei maschi (dopo la pubertà) Fino a 38%
Ooforite nelle femmine (dopo la pubertà) 5%
Letalità 0,02%
Aborto spontaneo nel primo trimestre di gravidanza Incidenza aumentata                                                     
ROSOLIA                                                                                                                              
Encefalite 0,02%
Letalità neonatale 0,02%
Altra morte  0,0005%
Aborto 0,005%
Sindrome della Rosolia Congenita (CRS)                                        0,16%
Sordità del bambino 0,06%
Sordità e cecità del bambino 0,03%
Ritardo mentale del bambino 0,014%

 

IL VACCINO
Il vaccino appartiene ai vaccini vivi attenuati. In Italia solo da pochi mesi è stata introdotta l’obbligatorietà nei bambini, da sempre obbligatorio per le reclute all’atto dell’arruolamento. Il vaccino esiste sotto forma di un complesso vaccinale contro il morbillo, la parotite e la rosolia (Mpr).

•    Quando vaccinare
- Soggetti di età pari o superiore ai 12 mesi
- Soggetti di età pari o superiore ai 12 mesi devono ricevere una dose ad una data stabilita. Una seconda dose va somministrata ad almeno 4 settimane di distanza dalla prima dose in accordo alle raccomandazioni ufficiali. Nei bambini vaccinati entro il secondo anno di età è indicato un terzo richiamo al sesto anno di età , come da nuovo calendario vaccinale ministeriale. Le donne in gravidanza non devono essere vaccinate
Come per tutti i vaccini vivi attenuati, la vaccinazione non viene effettuata negli individui con deficit immunitario o sotto terapia immunosoppressiva (corticoidi, antineoplastici, antirigetto), né, per precauzione, nelle donne gravide o che desiderano esserlo nel mese successivo. Invece, è consigliato alle persone infette da Hiv che non hanno ancora sviluppato l’Aids.

Bibliografia
http://www.epicentro.iss.it
Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale PNPV 2017-2019


 

Trovi interessante questa pagina? Condividila su Facebook!

Planisfero e Schede paese

Aggiornamento in tempo reale della situazione sanitaria dei paesi del mondo. Schede Paese e Alert sanitari

Scopri i dettagli »

Scarica l'app TravelClinic

Porta la Travel Clinic CESMET sempre con te. L’applicazione che ti informa nei tuoi viaggi nel mondo.

Scopri i dettagli »

La TH Card

Assistenza medica 24/h in ogni parte del Mondo in costante collegamento con la tua Travel Clinic di fiducia.

Scopri i dettagli »

Prenota un appuntamento

Per prenotare una visita, prendere un appuntamento per una vaccinazione, informazioni sui servizi.

Scopri i dettagli »