Il colera si riaffaccia a Cuba

28 novembre 2012 - Secondo un rapporto dell’Agenzia indipendente “Hablemos press”, fonti del settore della salute pubblica e i residenti della zona orientale dell’isola di Cuba, hanno confermato che il focolaio dell’epidemia di colera non è ancora del tutto spento. Ed hanno segnalato che la provincia di Guantanamo potrebbe venire dichiarata in quarantena. È ormai da giugno scorso che tale epidemia è presente nella zona orientale dell’isola. Il focolaio si sarebbe esteso anche a Santiago de Cuba, Guantanamo e Holguin, con decine di persone colpite.

Intanto nel vicino stato di Haiti il Ministero della Salute Pubblica ha informato che si sono verificati, dopo il passaggio dell’uragano Sandy in ottobre, almeno 44 casi di colera. La situazione ad Haiti è complicata dal fatto che solamente il 10% degli abitanti utilizza servizi igienici domestici. Il restante 90% della popolazione evacua le feci all’aria aperta nelle vicinanze delle abitazioni, contaminando pesantemente l’ambiente. Ovviamente l’uragano ha determinato un peggioramento delle condizioni igieniche in entrambe le isole.

Fonti

http://www.avn.info.ve
http://www.cubaencuentro.com

Commento

Per i viaggiatori si ricorda, oltre al rispetto dei comportamenti idonei ad evitare il contagio oro-fecale, c’è la disponibilità di praticare la vaccinazione con il vaccino orale per il colera.

Rischio biologico

Basso

Trovi interessante questa pagina? Condividila su Facebook!

Planisfero e Schede paese

Aggiornamento in tempo reale della situazione sanitaria dei paesi del mondo. Schede Paese e Alert sanitari

Scopri i dettagli »

Scarica l'app TravelClinic

Porta la Travel Clinic CESMET sempre con te. L’applicazione che ti informa nei tuoi viaggi nel mondo.

Scopri i dettagli »

La TH Card

Assistenza medica 24/h in ogni parte del Mondo in costante collegamento con la tua Travel Clinic di fiducia.

Scopri i dettagli »

Prenota un appuntamento

Per prenotare una visita, prendere un appuntamento per una vaccinazione, informazioni sui servizi.

Scopri i dettagli »