Progetto Ospedale in Tanzania

Progetto di Sviluppo della Struttura Sanitaria

SAN PIO HOSPITAL MAGANZO

 da DISPENSARIO DI ZONA ad OSPEDALE TERRITORIALE

 

(A)  obiettivo del quadriennio  2017/2020 è  (1) l’adeguamento della struttura, degli equipaggiamenti e del personale alle leggi ed ai regolamenti sanitari della Tanzania per permettere lo sviluppo da dispensario di zona ad health center e quindi ad ospedale territoriale, con l’implementazione dei servizi  e della gestione dei diversi dipartimenti della struttura sanitaria, secondo i bisogni della popolazione e le necessità derivate da uno studio epidemiologico attento ed approfondito delle realtà sanitarie della regione di Geita. (2) fornire assistenza sanitaria gratuita alla popolazione infantile, alla popolazione sopra i 65 anni di età, come richiesto dalle leggi dello stato, fornire assistenza alle donne in gravidanza al momento del parto ed alla popolazione indigente; (3) sviluppare dipartimenti essenziali per il buon andamento della struttura ospedaliera, e tra questi (a)un Pronto Soccorso, (b) una sala chirurgica per effettuare interventi di piccola e media chirurgia generale ed ortopedica; (c) un dipartimento di malattie infettive con ricoveri per malaria, HIV e TBC e la realizzazione di alcune stanze isolamento; (d) la realizzazione di un laboratorio dedicato alla diagnostica per l’ospedale e per le esigenze generali regionali; (e) lo sviluppo di alcune specializzazioni particolarmente utili alla assistenza in loco tra cui oculistica, odontoiatria, ginecologia ed ostetricia e pediatria; (f) la realizzazione di una radiologia adeguata alle esigenze dell’ospedale ed alle esigenze della popolazione locale, un servizio diagnostico per immagini essenziale nella assistenza sanitaria alla popolazione, completamente scoperta dai servizi diagnostici generali.

 

Proposta programmatica e progettuale:  la Fondazione ha studiato nel 2015/2016  le attuali e future esigenze cliniche, diagnostiche e terapeutiche dei pazienti afferenti alla struttura clinica “San Pio”, riferimento clinico attuale per oltre 200 pazienti al giorno, ha valutato la situazione epidemiologica dei pazienti afferenti alla struttura e le esigenze della popolazione afferente all’ospedale regionale ed alle strutture sanitarie della regione. Alla scopo ha effettuato una ricerca nel territorio per valutare la presenza di strutture curative, diagnostiche e la loro capacità tecnica e scientifica e di servizio nei confronti della popolazione, dialogando con le autorità regionali del distretto di Geita, Mwanza.  I risultati hanno evidenziato che  nella regione di Geita, territorio grande quanto la Lombardia in Italia, esiste una carenza di assistenza sia per la parte medica che chirurgica, con un deficit completo di capacità diagnostica sia per immagini che di laboratorio. La proposta avanzata dalla Fondazione CESMET ONLUS nell’ambito della crescita della struttura San Pio – Maganzo, è quella di implementare i servizi e le offerte sanitarie dell’ospedale che diventi riferimento regionale nella cura, diagnosi e prevenzione delle malattie per la popolazione del centro nord della Tanzania. Obiettivo è anche quello di  essere un centro di riferimento per le cure mediche, di chirurgia di base,  diagnostica di immagini e di laboratorio. Il centro clinico e diagnostico “San Pio”, per le sue caratteristiche strutturali e di servizi  dovrà essere anche “centro didattico” per il training e l’aggiornamento degli assistenti, tecnici e per biologi e medici.

 

Il programma prevede 5 fasi:

I fase:da gennaio a giugno 2017” ci poniamo l’obiettivo di prendere in carico il personale del dispensario; inserire un medico esperto in malattie infettive,  uno di medicina generale e un medico esperto in piccola chirurgia e preparazione base di anestesiologia ; implementare il personale infermieristico e ausiliario; attivare il pronto soccorso e  la guardia medica notturna; sostenere le spese della sala parto e del reparto di ginecologia ed ostetricia; di inviare personale italiano per tre turni di due mesi: viaggio, vitto, alloggio e trasporti; di controllare la gestione del progetto: due missioni, una a marzo e una a giugno, persona fissa (factotum) che lavora nella gestione ed amministrazione del progetto                                                                                                                  
Si stima un costo complessivo di 220.000 € di cui30.000 € per il personale; 18.000 € per i compensi e la gestione dei tre medici; 15.000 € per l’implementazione del personale infermieristico e ausiliario; 20.000 €  per il pronto soccorso: per struttura, equipaggiamenti e gestione materiali, 9.000 € gestione corrente;  per la sala parto: 20.000 € per una incubatrice prematuri, 10.000 € per implementazione equipaggiamento parto, 12.000 € per materiali d’uso e farmaci; per il reparto di ginecologia e ostetricia: 30.000 € gestione per gravidanze a rischio per malaria, ricoveri pre e post parto, gestione neonatologia; 18.000 € per invio del personale italiano;  per la gestione del progetto: 5.000 € per le due missioni, 18.000 € per il factotum.
 

II fase:” da luglio a dicembre 2017”  ” ci poniamo l’obiettivo di effettuare il passaggio da dispensario a healt center con la realizzazione del dipartimento di malattie infettive e tropicali, con reparto maschile e femminile, dotati di otto posti letto ciascuno e due stanze isolamento, gestendo il personale dell’healt center; ; di controllare la gestione del progetto: due missioni, una ad Agosto e una a Novembre, persona fissa (factotum) che lavora nella gestione ed amministrazione del progetto;
Si stima un costo complessivo di 124.000 €  di cui 35.000 € per la realizzazione del dipartimento chiavi in mano,  63.000 € per il personale locale; per la gesitone del progetto: 21.000 € per il factotum e5.000 € per le due missioni;
 

III fase:” da gennaio a giugno 2018”  ci poniamo l’obiettivo di stabilizzare il lavoro iniziato nel secondo semestre del 2017 e di iniziare le pratiche per il passaggio da healt center ad ospedale.
Il programma previsto per la banca sangue è legato al progetto laboratorio.
Si stima un costo complessivo di 99.000 €  di cui63.000 € per il personale locale; per la gesitone del progetto: 21.000 € per il factotum e5.000 € per le due missioni; 10.000 € per la realizzazione della banca sangue trasfusioni
 

IV fase:” da luglio a dicembre 2018” ci poniamo l’obiettivo difornire un secondo fuoristrada, per migliorare la gestione generale del progetto; di implementare la sala chirurgica,già realizzata con fondi di altre associazioni, con un contributo per equipaggiamenti, materiali e macchinari; di aggiungere al personale già formato un anestesista, un chirurgo generale e una caposala ferrista.
Si stima un costo complessivo di 209.000 di cui 60.000 € per la macchina; 30.000 € per l’implementazione della sala chirurgica; cui 93.000 € per il personale locale; per la gesitone del progetto: 21.000 € per il factotum  e 5.000 € per le due missioni.
 

V fase: “da gennaio a dicembre 2019” ci poniamo l’obiettivo di stabilizzare il lavoro e la gestione globaledell’ospedale San Pio; di rendere gratuita l’assistenza ai pazienti sotto i 5 anni, sopra i 60, alle donne in gravidanza, all’effettuazione dei parti, ai trasporti di pazienti gravi negli ospedali specializzati, alle  persone dimostrate indigenti; di realizzare una formazione permanente del personale, mediante missioni di esperti dall’Italia e dalle università della Tanzania; di effettuare lavori di ricerca nel campo delle malattie infettive e tropicali- malaria, tubercolosi e HIV;
Si stima un costo complessivo di 308.000 € di cui, mensilmente, 15.500 € per il personale; 3.500 € per il factotum; 20.000 € per 6 missioni nel corso dell’anno; 5.000 € per la gestione dell’ospedale

 

Anche voi potete sostenere i progetti della Fondazione, in uno dei seguenti modi:

1) Effettuando un bonifico bancario alle seguenti coordinate:

Fondazione Cesmet Centro Studi di Medicina Tropicale

IBAN: IT 12 W0103003271000061266647

2) Effettuando una donazione mediante PayPal:

Trovi interessante questa pagina? Condividila su Facebook!

Planisfero e Schede paese

Aggiornamento in tempo reale della situazione sanitaria dei paesi del mondo. Schede Paese e Alert sanitari

Scopri i dettagli »

Scarica l'app TravelClinic

Porta la Travel Clinic CESMET sempre con te. L’applicazione che ti informa nei tuoi viaggi nel mondo.

Scopri i dettagli »

La TH Card

Assistenza medica 24/h in ogni parte del Mondo in costante collegamento con la tua Travel Clinic di fiducia.

Scopri i dettagli »

Prenota un appuntamento

Per prenotare una visita, prendere un appuntamento per una vaccinazione, informazioni sui servizi.

Scopri i dettagli »